• img-book

    Filippo Mammoli

Oltre la barriera

Autore: Filippo Mammoli
4.50 out of 5 based on 4 customer ratings
4 customer reviews

Pena di morte per omicidio di primo grado: è questo il verdetto che emette il tribunale di Lafayette, in Louisiana, contro il ricercatore italiano del MIT Lorenzo Rossi.

Nell’angoscia dei giorni senza speranza trascorsi nel braccio della morte, Lorenzo ottiene dal fanatico direttore del penitenziario, Carl Sain, di poter scrivere un diario.

Ma quando Susan Taylor, la moglie di una delle guardie carcerarie, si imbatte per caso in quelle pagine, capisce che qualcosa non torna.

E comincia un’indagine personale che la porterà a svelare i contorni inquietanti di una storia dove scienza e pregiudizio si intrecciano in un gioco pericolosissimo.

Finirà così per scoprire i dettagli di un esperimento scientifico mai tentato prima, un’esperienza rivoluzionaria destinata a spostare gli equilibri tra la vita e la morte.

Improvvisandosi detective per ingaggiare un’avvincente lotta contro il tempo, Susan spera di recidere il cappio che si stringe ogni giorno di più intorno al collo del fisico italiano.

 14,90

Quantità:
Informazioni sull'autore
avatar-author

Filippo Mammoli è nato a Prato il 5 agosto del 1972. Ingegnere elettronico, è responsabile dello sviluppo software di un'azienda fiorentina che lavora nel settore del controllo qualità tramite machine vision.

La sua passione per la scrittura inizia dalla poesia, con cui si cimenta fin dall'età di vent'anni. Ottiene premi in concorsi letterari e pubblicazioni nell'antologia del concorso “Daniela Pagani” indetto dal C. A. L. C. I. T Chianti fiorentino nel 2004. Nel 2005 pubblica un'altra poesia nell'antologia “I segreti di Pulcinella” edita da Giulio Perrone.

Nel 2016 pubblica in self publishing il suo primo romanzo dal titolo “I casi del destino”.

Nel 2018 il suo racconto “Purezza” viene inserito nell'antologia “Racconti toscani” edita da Historica edizioni.

Nel 2019 vede la luce il thriller “Oltre la barriera” pubblicato da Dark Zone edizioni con cui partecipa al Salone del libro di Torino.

Sempre nel 2019 esce per un’altra casa editrice, la Jolly Roger edizioni, il thriller dal titolo “Il bosco delle more di gelso”.

Libri di Filippo Mammoli
Informazioni sul libro
Descrizione

Pena di morte per omicidio di primo grado: è questo il verdetto che emette il tribunale di Lafayette, in Louisiana, contro il ricercatore italiano del MIT Lorenzo Rossi.

Nell’angoscia dei giorni senza speranza trascorsi nel braccio della morte, Lorenzo ottiene dal fanatico direttore del penitenziario, Carl Sain, di poter scrivere un diario.

Ma quando Susan Taylor, la moglie di una delle guardie carcerarie, si imbatte per caso in quelle pagine, capisce che qualcosa non torna.

E comincia un’indagine personale che la porterà a svelare i contorni inquietanti di una storia dove scienza e pregiudizio si intrecciano in un gioco pericolosissimo.

Finirà così per scoprire i dettagli di un esperimento scientifico mai tentato prima, un’esperienza rivoluzionaria destinata a spostare gli equilibri tra la vita e la morte.

Improvvisandosi detective per ingaggiare un’avvincente lotta contro il tempo, Susan spera di recidere il cappio che si stringe ogni giorno di più intorno al collo del fisico italiano.

Details

Publisher: Dark Zone
Publish Date:
Page Count:

Descrizione

Pena di morte per omicidio di primo grado: è questo il verdetto che emette il tribunale di Lafayette, in Louisiana, contro il ricercatore italiano del MIT Lorenzo Rossi.

Nell’angoscia dei giorni senza speranza trascorsi nel braccio della morte, Lorenzo ottiene dal fanatico direttore del penitenziario, Carl Sain, di poter scrivere un diario.

Ma quando Susan Taylor, la moglie di una delle guardie carcerarie, si imbatte per caso in quelle pagine, capisce che qualcosa non torna.

E comincia un’indagine personale che la porterà a svelare i contorni inquietanti di una storia dove scienza e pregiudizio si intrecciano in un gioco pericolosissimo.

Finirà così per scoprire i dettagli di un esperimento scientifico mai tentato prima, un’esperienza rivoluzionaria destinata a spostare gli equilibri tra la vita e la morte.

Improvvisandosi detective per ingaggiare un’avvincente lotta contro il tempo, Susan spera di recidere il cappio che si stringe ogni giorno di più intorno al collo del fisico italiano.

4 recensioni per Oltre la barriera

  1. Claudia Brini

    È uno dei libri che ho letto più velocemente… anzi forse l’unico. Interessante l’argomento che scaturisce la giusta curiosità

  2. Claudia Brini

    È uno dei libri che ho letto più velocemente… anzi forse l’unico. Interessante l’argomento che scaturisce la giusta curiosità 👍🏻👍🏻

  3. Alessandra Scola

    Ho appena finito di leggere questo libro e ne sono rimasta soddisfatta. Lorenzo ci parla dal carcere ripercorrendo la sua vita da ricercatore e i suoi ultimi esperimenti, lasciando trasparire tutte le sue opinioni riguardo la scienza, la morte e il senso della vita. Inizialmente credevo che questa impostazione del libro lo potesse rendere noioso e pieno di spiegoni delle opinioni dell’autore, ma in realtà l’ho trovato interessante. Aiuta a comprendere veramente il personaggio di Lorenzo e, senza mai essere eccessivamente filosofico o stucchevole, ti fa riflettere trattando quei temi sui quali l’uomo si interroga dall’alba dei tempi.
    Devo ammettere che la mia curiosità è dovuta anche alla mia formazione scientifica, ma chiunque può comprendere il libro anche senza delle basi di biologia o fisica.
    Il testo è ben curato, la scrittura pulita e scorrevole. Ho trovato soltanto alcuni dialoghi un po’ forzati e poco naturali. Nel complesso la storia è abbastanza avvincente, con qualche colpo di scena e una trama non troppo complessa in cui le vicende sono bilanciate dalle riflessioni dell’autore.

  4. Daniel

    Dopo varie peripezie sono finalmente riuscito a leggere questo libro che trovo assolutamente ben ingegnato, costruito dapprima come un memoriale di stampo epistolare, per poi evolversi nell’arco delle oltre 200 pagine.
    L’autore è stato molto bravo nel rendere appieno l’angoscia del condannato che sa di essere innocente, oltre a sviluppare ed evidenziare man mano tutta una serie di incongruenze nella macchina della giustizia di oltreoceano. Odioso (rendo merito anche qui all’autore) il personaggio del direttore del carcere, reso cieco da un’ottica ottusa e integralista.
    Se proprio devo fare un appunto, ma lieve, è sul come si arriva al termine. Forse (ma temo avrebbe rallentato troppo il ritmo della narrazione invece bello teso dall’inizio alla fine) un focus maggiore sul lavoro finale di Susan e dell’avvocato Chamberlain avrebbe dato più soddisfazione al lettore.
    Ma è una mera opinione che non cancella l’ottimo lavoro svolto da Filippo.
    Consigliato a quelli che non si arrendono, mai.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *