• img-book

    Fabrizio Fortino

Categoria:

U-666

Autore: Fabrizio Fortino

Anno 2017.

La nave oceanografica russa Nadezhda durante una missione di routine in Antartide, intercetta uno strano segnale audio e la presenza di un misterioso relitto sommerso a poche miglia dalla costa.

Nessuno dei membri dell’equipaggio può lontanamente immaginare quale realtà si celi tra i gelidi abissi della baia di Muhling Hiffman.

È il 1942 quando il Kapitanleutnat Josef Lüth, asso dei sommergibilisti ed eroe di guerra, viene incaricato di guidare l’U-666 proprio verso quelle stesse misteriose acque antartiche, destinazione: Base 211. Con lui, oltre al suo equipaggio, salperanno il maggiore Herman Kurtz, ufficiale delle SS, tre uomini della sua scorta e un riluttante archeologo italiano, Eno Sartori. Il loro compito è scortare nei laboratori della Base 211 una delle più inquietanti scoperte dell’ordine del Sole Nero, la sezione che sovrintende agli studi esoterici del Reich: un arcano manufatto proveniente dalla mitologia ellenica.

Per gli uomini dell’U-666, ignari del prezioso e inquietante carico che hanno a bordo, è solo una bizzarra missione ai confini del mondo, per Kurtz e Sartori è il viaggio che coronerà i loro sogni di gloria.

Nessun altro, a parte loro, ne conosce e comprende il valore e la pericolosità, neppure Josef Lüth che ben presto si troverà ad affrontare un nemico molto più inquietante e subdolo dei cacciatorpedinieri inglesi cui è abituato.

 14,90

Quantità:
Informazioni sull'autore
avatar-author
    Il tarlo della scrittura mi ha perseguitato fin dalla tenera età, ma tutti gli scritti di quell’epoca lontana sono finiti nel cestino, sebbene siano rimasti nei miei ricordi.Fin da piccolo mi sono cimentato in ogni forma d’arte: disegno, pittura, scultura, modellismo, lasciandomi contaminare da qualsiasi genere o stile, accogliendo con entusiasmo suggerimenti e consigli da chiunque sia disposto a darmene.È però in età adulta che la passione per la scrittura si è fatta pressante, provocandomi il bisogno ossessivo di mettere su carta ogni immagine o pensiero che ruota intorno a una vicenda ben precisa, in luoghi e tempi al di là dell’immaginario. Questo vorticare di pensieri mi ha portato, infine, alla realizzazione de I misteri di Black Port, il mio primo romanzo, la mia storia, e poi di Nicolas Grimm – Caccia all’esule e di molto altro ancora.
    Libri di Fabrizio Fortino
    Informazioni sul libro
    Descrizione

    Anno 2017.

    La nave oceanografica russa Nadezhda durante una missione di routine in Antartide, intercetta uno strano segnale audio e la presenza di un misterioso relitto sommerso a poche miglia dalla costa.

    Nessuno dei membri dell’equipaggio può lontanamente immaginare quale realtà si celi tra i gelidi abissi della baia di Muhling Hiffman.

    È il 1942 quando il Kapitanleutnat Josef Lüth, asso dei sommergibilisti ed eroe di guerra, viene incaricato di guidare l’U-666 proprio verso quelle stesse misteriose acque antartiche, destinazione: Base 211. Con lui, oltre al suo equipaggio, salperanno il maggiore Herman Kurtz, ufficiale delle SS, tre uomini della sua scorta e un riluttante archeologo italiano, Eno Sartori. Il loro compito è scortare nei laboratori della Base 211 una delle più inquietanti scoperte dell’ordine del Sole Nero, la sezione che sovrintende agli studi esoterici del Reich: un arcano manufatto proveniente dalla mitologia ellenica.

    Per gli uomini dell’U-666, ignari del prezioso e inquietante carico che hanno a bordo, è solo una bizzarra missione ai confini del mondo, per Kurtz e Sartori è il viaggio che coronerà i loro sogni di gloria.

    Nessun altro, a parte loro, ne conosce e comprende il valore e la pericolosità, neppure Josef Lüth che ben presto si troverà ad affrontare un nemico molto più inquietante e subdolo dei cacciatorpedinieri inglesi cui è abituato.

     

    Details

    Publisher: Dark Zone
    Publish Date:
    Page Count:

    Descrizione

    Anno 2017.

    La nave oceanografica russa Nadezhda durante una missione di routine in Antartide, intercetta uno strano segnale audio e la presenza di un misterioso relitto sommerso a poche miglia dalla costa.

    Nessuno dei membri dell’equipaggio può lontanamente immaginare quale realtà si celi tra i gelidi abissi della baia di Muhling Hiffman.

    È il 1942 quando il Kapitanleutnat Josef Lüth, asso dei sommergibilisti ed eroe di guerra, viene incaricato di guidare l’U-666 proprio verso quelle stesse misteriose acque antartiche, destinazione: Base 211. Con lui, oltre al suo equipaggio, salperanno il maggiore Herman Kurtz, ufficiale delle SS, tre uomini della sua scorta e un riluttante archeologo italiano, Eno Sartori. Il loro compito è scortare nei laboratori della Base 211 una delle più inquietanti scoperte dell’ordine del Sole Nero, la sezione che sovrintende agli studi esoterici del Reich: un arcano manufatto proveniente dalla mitologia ellenica.

    Per gli uomini dell’U-666, ignari del prezioso e inquietante carico che hanno a bordo, è solo una bizzarra missione ai confini del mondo, per Kurtz e Sartori è il viaggio che coronerà i loro sogni di gloria.

    Nessun altro, a parte loro, ne conosce e comprende il valore e la pericolosità, neppure Josef Lüth che ben presto si troverà ad affrontare un nemico molto più inquietante e subdolo dei cacciatorpedinieri inglesi cui è abituato.

     

    Recensioni

    Ancora non ci sono recensioni.

    Recensisci per primo “U-666”

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *