Recensione “Dillo alla Luna” di Melissa Pratelli
On 16/05/2017 | 0 Commenti

Trama

A diciotto anni, Raine Anderson ha già smesso di credere nell’amore. Nel suo passato si cela una terribile esperienza che l’ha segnata profondamente, rendendola incapace di fidarsi degli altri.

Negli ultimi due anni, Raine si è chiusa in casa, si è chiusa in se stessa, ha chiuso il proprio cuore. L’amore, però, non ha smesso di credere in lei e si manifesta sotto le spoglie di James Collins, diciannovenne bello e spigliato e fermamente intenzionato a fare breccia nella sua corazza.

Ma Raine è davvero disposta a credere di nuovo o il dolore che ha vissuto sarà più forte dell’amore?

Recensione

I personaggi principali sono Due. Leggendo di loro, non puoi evitare di innamorarti dei loro modi di fare che sembrano così Opposti, ma in realtà sono Simili.

Raine e James.

James e Raine.

In qualunque modo vengano scritti i loro nomi, non si può fare altro che metterli insieme, perchè dal loro primo incontro sappiamo che loro due non possono restare separati.

Una storia così Merita di essere finita.

Raine, o Luna come la chiama James, è qualcuno che ci sembra di conoscere.

Una ragazza che nel momento più delicato della sua esistenza, l’adolescenza, viene distrutta dal ragazzo che ama.

Raine rappresenta il risvolto positivo di una situazione tragica; il finale di Raine è quello che dovrebbero volere  tutte le ragazze che si sentono come lei.

Ci sono momenti in cui si abbatte, come tutti gli esseri umani ma, trova la forza di reagire.

La sua forza è James.  Un ragazzo complicato, ma che finge di non esserlo. Un momento prima vorrete prenderlo a pugni, quello dopo implorerete la sua esistenza; James è un ragazzo che mette in gioco se stesso per amore e per evitare che la sua Luna scompaia in se stessa.

“Dillo alla Luna” non è solo questo però.

Coraggio.

Di un uomo che fronteggia una moglie malata e un figlio difficile.

Sacrificio.

Di una donna che vede scivolare via la sua vita e quella dei suoi familiari avendo a disposizione solo il suo sorriso e i suoi consigli.
“Dillo alla Luna” è la storia di un ragazzo maltrattato da suo padre; di uno che ha sbagliato e di una famiglia che protegge e supporta sua figlia.
Tutto sembra così reale da diventare vero. James e Raine sono descritti così bene che una volta finito il romanzo vi mancheranno, come vecchi amici che non vedrete l’ora di incontrare di nuovo.

Voto: 10/10

  • Marika Vangone

Leave a reply