Storia di Drago e Corvo

 24,00

Illustrazioni di Antonello Venditti

Testo di Daisy Franchetto

In un edificio che ha occhi e bocche al posto delle finestre e delle porte, e respira come un animale, vivono dei bambini che hanno perduto il loro nome: l’Istituto dei senza nome.

Al posto del nome, i bambini hanno ricevuto un cappuccio a forma di animale che li distingue l’uno dall’altro.

Tra di loro c’è Testa di Drago, che si aggira per i corridoi del grande edificio a capo chino, costeggiando i muri, urlando e correndo in preda a crisi misteriose. Ma il suo mondo non è tutto lì, ce n’è un altro sovrapposto a quello “reale”, ed è solo suo.

In quel luogo lui è un eroe che combatte contro mostri e giganti.

Nessuno sa cosa accada oltre il velo invisibile che separa Testa di Drago da tutto il resto, fino a quando Testa di Corvo, inseguito da una banda di bulli, non lacera il confine irrompendo nel mondo dell’altro.

Storia di Drago e Corvo parla della solitudine più triste, quella dei bambini che non vengono ascoltati e capiti, e di un incontro che accorcia le distanze con il mondo.

Illustrazioni di Antonello Venditti

Testo di Daisy Franchetto

In un edificio che ha occhi e bocche al posto delle finestre e delle porte, e respira come un animale, vivono dei bambini che hanno perduto il loro nome: l’Istituto dei senza nome.

Al posto del nome, i bambini hanno ricevuto un cappuccio a forma di animale che li distingue l’uno dall’altro.

Tra di loro c’è Testa di Drago, che si aggira per i corridoi del grande edificio a capo chino, costeggiando i muri, urlando e correndo in preda a crisi misteriose. Ma il suo mondo non è tutto lì, ce n’è un altro sovrapposto a quello “reale”, ed è solo suo.

In quel luogo lui è un eroe che combatte contro mostri e giganti.

Nessuno sa cosa accada oltre il velo invisibile che separa Testa di Drago da tutto il resto, fino a quando Testa di Corvo, inseguito da una banda di bulli, non lacera il confine irrompendo nel mondo dell’altro.

Storia di Drago e Corvo parla della solitudine più triste, quella dei bambini che non vengono ascoltati e capiti, e di un incontro che accorcia le distanze con il mondo.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Storia di Drago e Corvo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.