Le ossa dei morti

(1 recensione del cliente)

 14,90

 

La Casa Nera è un’oscura presenza arroccata sulle pendici del Lago Rivonero. Come un enorme magnete, nel tempo, ha attirato nefandezze di ogni genere.

Eirik Damiani non vorrebbe essere lì. In quel luogo, anni prima, ha rischiato di morire, ma ora che suo zio Jacopo scompare, è costretto a varcare di nuovo la soglia di Villa Biolcati.

Ben presto il giovane scoprirà che i suoi incubi di bambino sono reali.

Nel silenzio delle stanze vuote si muovono creature mostruose, eco di un passato spaventoso.

Cosa sono quei simboli lasciati sulle pareti che rimandano a un antico culto pagano?

Cosa si nasconde tra quelle mura antiche?

Eirik potrà solo tentare di reagire a quell’orrore con un’unica consapevolezza. Il Male esiste davvero.

  1. La Casa Nera è un’oscura presenza arroccata sulle pendici del Lago Rivonero. Come un enorme magnete, nel tempo, ha attirato nefandezze di ogni genere.

Eirik Damiani non vorrebbe essere lì. In quel luogo, anni prima, ha rischiato di morire, ma ora che suo zio Jacopo scompare, è costretto a varcare di nuovo la soglia di Villa Biolcati.

Ben presto il giovane scoprirà che i suoi incubi di bambino sono reali.

Nel silenzio delle stanze vuote si muovono creature mostruose, eco di un passato spaventoso.

Cosa sono quei simboli lasciati sulle pareti che rimandano a un antico culto pagano?

Cosa si nasconde tra quelle mura antiche?

Eirik potrà solo tentare di reagire a quell’orrore con un’unica consapevolezza. Il Male esiste davvero.

 

1 recensione per Le ossa dei morti

  1. Martina

    Questo libro è stato nella mia wishlist per molto tempo e adesso che l’ho letto posso dire che non mi ha delusa.
    C’è un crescendo di tensione e il lettore viene trascinato sempre di più all’interno del libro.
    L’autrice inoltre è stata brava con la caratterizzazione psicologica dei personaggi, forse con più pagine a disposizione sarebbe riuscita a caratterizzarli perfettamente, ma visto che è un racconto di 100 pagine è stato fatto un buon lavoro.
    La storia si svolge su diverse linee temporali intrecciate però tra loro, epoche diverse ma con la stessa protagonista, la Casa Nera.
    Una lettura macabra e con scene forti che sicuramente impressioneranno i deboli di stomaco. Una lettura che scorre velocemente grazie alla prosa pulita dell’autrice.
    La storia è inquietante ma forse avrei preferito quel vedo non vedo che spaventa molto di più del mostro o del fantasma descritto, ma comunque è stata una lettura piacevole e coinvolgente.
    Un libro adatto a chi ama le storie di case infestate.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *