Recensione: Nora di Giacomo Ferraiuolo
On 11/04/2017 | 0 Commenti

Sinossi:
Un omicidio irrisolto, una donna rinchiusa in un ospedale psichiatrico. Nora, prigioniera della sua stessa mente cerca di essere libera da un passato macchiato di sangue che non riesce a dimenticare. Troverà nell’infermiere Christian un amico fedele a cui confidare l’orrore celato nel profondo. Un orrore che striscia ancora tra le ombre della casa di Nora. Un orrore che cerca di uscire da quelle mura. Nessuno è più al sicuro. Lei li aveva avvisati. Sarà compito di Christian scoprire cosa c’è di vero nelle farneticazioni della donna e cosa è invece frutto della follia. Cos’è successo veramente a Nora in quella casa? È possibile conoscere fino in fondo chi ci sta attorno? Una storia di pazzia e dolore, di morte e paura, e che porterà a una verità ancora più cupa e terribile.
Recensione:
Giacomo Ferraiuolo scrive in maniera realistica.
Per uno scrittore d’Horror è una qualità necessaria per coinvolgere il lettore.
Per aver paura, tutto deve sembrare assolutamente reale e plausibile.
Questo scrittore ci riesce ogni volta in maniera diversa.
“Nora” scorre in maniera così reale attraverso le parole che mentre leggi senti il bisogno di accendere la luce e di non essere solo.
Questo è uno di quei romanzi dove se senti un rumore, seppure minuscolo, ti troverai a gridare.
La scrittura coinvolgente e semplice è accostata a un intreccio difficile da risolvere degno dei migliori romanzi di Stephen King; e sono stata piacevolmente sorpresa di come un uomo riesca a essere così bravo ad esprimere il punto di vista di una donna e di ciò in cui viene coinvolta. Il resto dei personaggi è misterioso e ben costruito e le loro parole sembrano come un castello di carta che una volta crollato rivela la propria natura.
Paura, Mistero, Sacrificio sono gli ingredienti di questo romanzo Horror tutto da scoprire.
Se avete amato “Non devi dormire”, “Nora” è il libro che fa per voi.

-Marika Vangone

Leave a reply