• img-book

    Elisa Pagliarini

Memorie dal buio. La bestia

Autore: Elisa Pagliarini
5.00 out of 5 based on 1 customer rating
1 customer review

Milano, 1792.

L’estate nella campagna intorno alla città risuona dei canti e delle risate dei bambini.

Ma dall’ombra emerge una Bestia, una creatura atavica assetata di sangue, che li prende uno per uno e li divora.

Così, in un mondo già proiettato verso il progresso illuminista, un nemico ancestrale tenta di artigliare il raziocinio e riportarlo nel pieno dell’oscurità superstiziosa dei Secoli Bui.

Toccherà alla giovane Cécile e all’astuto nonno Draco fronteggiare questo Male primitivo e tentare di fermarlo.

Ispirato a una storia vera, La Bestia è un romanzo che attraversa vari generi – dal fantastico allo storico al paranormale – per raccontare una nuova e affascinante versione delle insolute vicende che funestarono la provincia milanese sul finire del Settecento.

Fu un’estate di sangue e di orrore, di violenza e paura. Fu l’estate della Bestia.

 14,90

Quantità:
Informazioni sull'autore
avatar-author

Elisa Pagliarini nasce a Milano il 19 marzo del 1975. Frequenta con profitto gli studi primari e secondari, scegliendo la formazione scientifica del Liceo come base per la preparazione all’Università.

Iscritta a Medicina Veterinaria, dopo la laurea ha sempre lavorato come Libero Professionista nell’ambito degli animali da compagnia e non convenzionali: titolare di un ambulatorio privato, dedica la sua attività alla diagnostica ed alla chirurgia.

Appassionata lettrice di saggi storici e narrativa fantasy, inizia a scrivere romanzi quasi per gioco, dopo la richiesta di compilare “qualche riga” per definire il back ground di un personaggio per giochi di Ruolo dal Vivo.

Moglie e madre entusiasta, divide con la famiglia la passione per le “belle storie” da inventare e raccontarsi.

Libri di Elisa Pagliarini
Informazioni sul libro
Descrizione

Milano, 1792.

L’estate nella campagna intorno alla città risuona dei canti e delle risate dei bambini.

Ma dall’ombra emerge una Bestia, una creatura atavica assetata di sangue, che li prende uno per uno e li divora.

Così, in un mondo già proiettato verso il progresso illuminista, un nemico ancestrale tenta di artigliare il raziocinio e riportarlo nel pieno dell’oscurità superstiziosa dei Secoli Bui.

Toccherà alla giovane Cécile e all’astuto nonno Draco fronteggiare questo Male primitivo e tentare di fermarlo.

Ispirato a una storia vera, La Bestia è un romanzo che attraversa vari generi – dal fantastico allo storico al paranormale – per raccontare una nuova e affascinante versione delle insolute vicende che funestarono la provincia milanese sul finire del Settecento.

Fu un’estate di sangue e di orrore, di violenza e paura. Fu l’estate della Bestia.

Details

Publisher: Dark Zone
Publish Date:
Page Count:

Descrizione

Milano, 1792.

L’estate nella campagna intorno alla città risuona dei canti e delle risate dei bambini.

Ma dall’ombra emerge una Bestia, una creatura atavica assetata di sangue, che li prende uno per uno e li divora.

Così, in un mondo già proiettato verso il progresso illuminista, un nemico ancestrale tenta di artigliare il raziocinio e riportarlo nel pieno dell’oscurità superstiziosa dei Secoli Bui.

Toccherà alla giovane Cécile e all’astuto nonno Draco fronteggiare questo Male primitivo e tentare di fermarlo.

Ispirato a una storia vera, La Bestia è un romanzo che attraversa vari generi – dal fantastico allo storico al paranormale – per raccontare una nuova e affascinante versione delle insolute vicende che funestarono la provincia milanese sul finire del Settecento.

Fu un’estate di sangue e di orrore, di violenza e paura. Fu l’estate della Bestia.

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg

1 recensione per Memorie dal buio. La bestia

  1. Alessia

    Ciò che più mi ha colpito è il modo di scrivere e di raccontare, non ho mai letto un libro con un lessico tanto specifico e accurato, senza che per questo il racconto risulti pesante. Ne sono rimasta affascinata. Le descrizioni siano esse lunghe o brevi, su qualsiasi soggetto (luoghi, personaggi, situazioni, pensieri, sensazioni) danno l’impressione di una realtà tangibile, grazie alla tipologia chiara, diretta, precisa di lessico utilizzato e rende tutto molto coinvolgente. Ogni capitolo si chiude chiude lasciando aperto uno scorcio su quello successivo; raramente sono riuscita a fermarmi al termine effettivo di uno di questi, più spesso proseguivo per altre 2 o 3 pagine per cercare di portare a termine la scena che si stava svolgendo.
    I riferimenti storici e geografici, nonché la terminologia, come già detto sopra, lasciano intuire il lungo lavoro di studio e ricerca che c’è stato dietro la stesura del romanzo.
    Infine c’è da dire che la storia non solo è originale e scorre piacevolmente, nonostante le brutte vicissitudini che vengono raccontate, ma ha una certa profondità, poiché fa riflettere sui comportamenti e sui pensieri umani.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *