Aperitivo con l’autore – Alessio Del Debbio
On 16/12/2019 | 0 Commenti

BRRRRR…CHE FREDDO!

Un bel pub nel centro di Berlino: questa è la location di oggi dove, seduta su una vecchia panca in legno grezzo e con dell’ottima musica live di sottofondo, mi accingo ad intervistare il mio ospite…

Accomodatevi tutti attorno al tavolo e diamo assieme il benvenuto ad Alessio Del Debbio, autore di Berserkr.

Ciao Alessio, benvenuto! Cosa ci facciamo portare da bere per parlare del tuo romanzo?

Ciao a tutti!

A “Berserkr” associo la birra, perché siamo a Berlino e perché Ulrik è un tipo da strada, uno di noi, che non ama le cose complesse. Preferisce le serate sulla Sprea, improvvisate, magari in uno dei tanti localini proibiti, sfuggiti all’occhio della Divisione, dove è possibile fare a gara di rutti con i licantropi, ballare con qualche bella vampira o farsi due risate con i coboldi.

Da dove prendi ispirazione per i tuoi scritti?

Dai miti, dalle leggende, dal folclore di un territorio, che mi diverto a studiare e a rielaborare, per raccontare una nuova storia, diversa, mia.

Sei uno scrittore/scrittrice metodico o impulsivo?

Decisamente metodico. Di solito dedico molto tempo alla fase di preparazione, con ricerca, documentazione, studio, e poi scalette di personaggi, capitoli, cambi di scena. Il tutto che verrà ovviamente rimescolato in fase di scrittura…

Ci sono nuovi progetti per il futuro?

Per il 2020 ci sarà una sorpresa, per gli amanti di “Berserkr”. A primavera Ulrik Von Schreiber tornerà a ruggire… sempre grazie alla Dark Zone!

Scegli una colonna sonora per il tuo romanzo.

I Within Temptation, la band preferita di Ulrik.

Le loro canzoni danno il titolo ai vari capitoli di “Berserkr”.





Grazie di cuore Alessio per la disponibilità! Vi lascio un estratto tratto da Berserkr e il mio commento al romanzo.

Estratto

«Non impari mai. Da quanto provi a fermarmi? Secoli? Da quando quel tuo stupido antenato ideò quell’assurdo rito. E a cosa ha portato questo vuoto persistere? Sei di nuovo ai miei piedi, lordo di sangue e sconfitta, e la città è sprofondata nel caos.»

«La Guerra Calda finirà.»

«Oh sì, come tutte le guerre. Ma poi ne comincerà un’altra e un’altra ancora, e io me la riderò di fronte alle paure umane. Anzi, sai cosa? Costruirò il mio palazzo proprio qui, un mausoleo ove rinchiudere tutte le mie vittime. A partire da te», disse Erlkönig, impugnando la lunga asta di metallo nero.

«Per Odino! Quella lancia!» esclamò Alois. «Ora che la vedo bene… non può essere!»

«Heilige Lance!» tuonò Erlkönig.

«La lancia sacra. Ogni volta che è stata usata sciagure indicibili si sono verificate. Dobbiamo togliergliela! Lupi della Foresta Verde, attaccate!»

Il parere di Elena

Berserkr è un romanzo coinvolgente ed intrigante. Urban Fantasy puro, senza fronzoli e digressioni, pulito, semplice, scorrevole e scritto con uno stile eccellente e decisamente appassionante. Non sarete in grado di staccare gli occhi dalle pagine, coinvolti e trascinati dalle avventure di Ulrik che sa perfettamente come divertirsi e come favi divertire!

Vi aspetto al prossimo appuntamento!

Un abbraccio

Elena

Leave a reply