Dark Zone: Un 2019 ricco di emozioni
On 09/01/2019 | 0 Commenti

 

Buon Pomeriggio Darker,

finalmente sono finite le vacanze e posso tornare a importunarvi!

Dopo avervi lasciati con i numeri del nostro 2018, vogliamo iniziare con i prospetti per il 2019 (che mi dicono dalla regia sarà molto lungo).  I preparativi per regalarvi un anno ricco di letture ed emozioni imperversano e dietro le quinte, editor, grafici e tutto l’ufficio stampa, stanno facendo un ottimo lavoro (fidatevi di me, ho dato una sbirciatina).

Anticipazioni

Dark on Web

Come lo scorso anno, la Dark Zone e i suoi autori avranno un grande spazio sul web grazie ai blog tour che anticiperanno di volta in volta le uscite. Ci saranno interviste, curiosità sui personaggi, analisi sull’autore e le sue creature.  Si parte il 18 Gennaio con un trio bomba tra cui un grande nome del panorama horror che finalmente torna alla carica. Di chi sto parlando? Di Giacomo Ferraiuolo, autore di “Nora” e “Non devi dormire” che ha raggiunto i primi posti della classifica horror di amazon; seguito da Antonello Venditti, favoloso illustratore che sul suo profilo facebook sta già regalando qualche anticipazione; con loro ci sarà anche Lucia Guglielminetti, già autrice del romanzo Versus, che ci ricorda che anche le donne hanno un lato oscuro.

Tutto questo lo troverete su blog come: Romance & Fantasy for Cosmopolitan Girls; Libri Riflessi in uno Specchio;  Daniela Ruggero Blog, Lo Specchio di Eleonora, Atrae e tanti altri.

 

Dark in Real Life

Ma la Dark Zone non è solo virtuale, è una famiglia reale che con la partecipazione a numerose fiere permette ai lettori e agli scrittori di incontrarsi e stabilire un rapporto, di sorridere e a volte di piangere. Quindi adesso vi anticipo due date in cui trovare questa famiglia di scrittori un po’ folle:

Milano – 2/3 Febbraio 2019: Festival del Fumetto/Comix  & Games Expo

Milano – 8/9/10 Marzo 2019: Cartoomics/ Pop Tech & Fun

 

Non dite agli altri che sono stata io a spifferarvi tutto 😉

A presto e Buon anno Libroso a tutti,

Marika Vangone

Leave a reply